TENS

Tra le terapie antalgiche più conosciute in ambito fisioterapico, permettono una riduzione del dolore in poche sedute, evitando così l’utilizzo di farmaci.

La TENS, ovvero Transcutaneos-Elettrical-Stimulation (stimolazione elettrica transcutanea), fa parte delle elettroterapie analgesiche. Si basa su un “treno” di onde elettriche, trasmesso attraverso la cute grazie a degli appositi elettrodi. Esistono principalmente due tipologie di TENS:

  • Modulata, classica, basata sul meccanismo del GATE-CONTROL, ovvero: le fibre nervose della sensibilità tattile e quelle del dolore, giunte a livello spinale, utilizzano la stessa via al fine di condurre gli impulsi al cervello. Se questa via viene impegnata da un eccesso di stimoli tattili, quella del dolore viene bloccata (“chiude il cancello”). L’azione analgesica è spesso sorprendentemente rapida, ma di durata incostante.
  • Endorfinica, basata sull’utilizzo di onde a frequenza più bassa, che stimolano le fibre Ad e inducono la secrezione da parte dell’ipotalamo di sostanze morfino-mimetiche, quali encefaline ed endorfine (neurotrasmettitori dotati di proprietà analgesiche). L’effetto di questo tipo di TENS è meno immediato, ma più duraturo nel tempo.

Indicazioni terapeutiche

Il campo d’applicazione della TENS è molto vasto, sono infatti indicate nel trattamento sintomatico del dolore periferico ed applicabili, quindi, in tutte quelle condizioni patologiche caratterizzate dalla presenza di dolore (lombosciatalgia, cervicobrachialgia, dolori reumatici, algie post-traumatiche, tendinite, epicondilite…), nonché come supporto nelle fasi riabilitative dell’immediato post-operatorio.
/
Controindicazioni

Questa terapia presenta delle controindicazioni. È quindi opportuno affidarsi sempre a personale qualificato per sottoporsi a un trattamento.

Siamo qui per aiutarti!

Hai ancora dubbi? Vienici a trovare presso la nostra sede, oppure contattaci per prendere un appuntamento o chiedere maggiori informazioni.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Scrivici!