Ultrasuoni

Sfruttando onde ultrasonore che arrivano in profondità nei tessuti, generano una sorta di “micro-massaggio” e un’iperemia con diversi effetti metabolici.

Gli ultrasuoni utilizzano vibrazioni sonore a frequenze elevate, non percepibili dall’orecchio umano. Vengono impiegati ponendo l’apposita testina traduttrice direttamente sulla cute dell’arto o della zona da trattare oppure, quando si tratta di piccole articolazioni o di superfici irregolari, immersa insieme ad esse in acqua.
L’irradiazione ultrasonora produce un effetto pulsante meccanico (micro-massaggio) ed un effetto termico che, sommandosi, stimolano il metabolismo cellulare con conseguente accelerazione dei processi riparativi. I principali effetti sono quello antalgico, antiedemigeno, (ovvero contro il gonfiore poiché permettono di muovere il liquido all’interno dei tessuti biologici), fibrinolitico (contro le aderenze tessutali e per riallineare le fibre di collagene), biostimolazione cellulare ed azione rilassante nei confronti delle strutture muscolari.

Patologie muscolari

  • Contratture
  • Strappi e stiramenti
  • Contusioni
  • Edemi
  • Ematomi

Patologie articolari

  • Artrosi
  • Distorsioni
  • Condropatie
  • Esiti di traumi e di fratture
  • Capsuliti
  • Sindromi da impingment
  • Lesioni e patologie legamentose
  • Coccigodinie

Patologie tendinee e borsiti

  • Tendiniti
  • Tenosinoviti
  • Entesiti
  • Fasciti
  • Morbo di Dupuytren

Disfunzioni del connettivo

  • Densificazione dei centri mio-fasciali
  • Trigger points
  • Tender points

Ematomi organizzati e tessuti cicatriziali

/
Controindicazioni

Questa terapia presenta delle controindicazioni. È quindi opportuno affidarsi sempre a personale qualificato per sottoporsi a un trattamento.

Siamo qui per aiutarti!

Hai ancora dubbi? Vienici a trovare presso la nostra sede, oppure contattaci per prendere un appuntamento o chiedere maggiori informazioni.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Scrivici!